Defibrillatore automatico esterno

IL DEFIBRILLATORE AUTOMATICO ESTERNO (DAE), PERCHÉ NON DOBBIAMO AVERNE PAURA!

Il defibrillatore è un apparecchio salvavita in grado di rilevare le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore qualora sia necessario. L’erogazione di uno shock elettrico serve per azzerare il battito cardiaco e, successivamente, ristabilirne il ritmo.

Generalmente, un defibrillatore è composto da due elettrodi che devono essere posizionati sul torace del paziente (uno a destra e uno a sinistra del cuore ) e da una “scatola” centrale dedicata all’analisi dei dati da essi trasmessi.

Il defibrillatore semiautomatico esterno è un dispositivo “intelligente” in grado di funzionare quasi in completa autonomia. Una volta collegati in maniera corretta gli elettrodi al paziente, mediante uno o più elettrocardiogrammi che il dispositivo effettua in maniera automatica, il defibrillatore semiautomatico esterno è in grado di stabilire e decidere autonomamente se è necessaria o meno erogare uno shock elettrico al cuore. Più precisamente, è in grado di “comprendere” se il paziente è stato colpito da arresto cardiaco e, qualora il ritmo fosse defibrillabile, avverte l’operatore, della necessità di erogare una scarica elettrica al muscolo cardiaco. A questo punto, l’operatore dovrà solo premere il pulsante di scarica.

Successivamente il defibrillatore, parlando, illustrerà a chi lo sta utilizzando, tutta la sequenza di cose da fare in caso di arresto cardiaco, compresa la sequenza del BLS(D) e ci darà anche la cadenza precisa del ritmo del massaggio cardiaco, come un piccolo metronomo.

È pericoloso usare il defibrillatore?

Non è assolutamente pericoloso usarlo! Lo strumento decide in autonomia se è necessario scaricare e quando. Senza la necessità reale, il tasto di scarica è disarmato. Chi schiaccia il pulsante è responsabile solo di non far toccare la persona in arresto cardiaco da nessuno mentre preme il tasto.

Chi può usare il defibrillatore?

Chiunque! Non esistono limitazione di legge all’utilizzo del defibrillatore, a patto che la persona sia guidata da un sanitario o da un operatore abilitato a farlo. Nel nostro caso, avendo avvertito il NUE 112, stiamo parlando con un infermiere che è addestrato ad addestrarci in tempo reale.

Chiunque poi può ottenere il brevetto di “operatore DAE” seguendo un apposito corso regionale di 4 ore in cui si apprende e ci si allena biennalmente sul- l’utilizzo e sul BLS(D) in genere.

Ovunque vediate il simbolo qui sotto, sappiate che siete in presenza di un defibrillatore pronto ad es-

sere utilizzato. Inoltre, la Centrale Operativa dell’emergenza territoriale, una volta geolocalizzati, è in grado di dirci dove si trova il DAE piu vicino al luogo da cui chiamiamo e di addestrarci all’utilizzo immediato.

Free Joomla! template by Age Themes

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok